Fissa un appuntamento, chiama al 3312250084

Home » aromaterapia » Olii essenziali per un’estate senza zanzare. Tutorial per autoproduzioni naturali

Olii essenziali per un’estate senza zanzare. Tutorial per autoproduzioni naturali

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Finalmente l’estate è arrivata anche qui al nord e con lei sono arrivate le zanzare. Facenti parte dell’ordine dei Ditteri, questa famiglia di insetti vanta 3540 specie diverse, risalenti tra il Giurassico superiore ed il Cretaceo. L’alimentazione delle zanzare a differenza di quanto si possa pensare, è diversificata in base al proprio sesso; l’adulto maschio si nutre principalmente di nettare, melata, liquidi zuccherini dai quali può attingere le risorse energetiche, mentre l’esemplare femmina si nutre del sangue di invertebrati e vertebrati, assorbendo emoglobina e proteine per dare nutrimento e maturazione alle uova. Moltissime le specie e moltissimi sono gli approcci al loro fabbisogno ed il tipo di alimentazione.

L’habitat principale delle zanzare è rappresentato dalle acque stagnanti di varia profondità (dalle piccole pozze temporanee, ai sottovasi che raccolgono l’acqua) alle grandi aree umide presenti nelle zone interne e costiere (stagni, paludi…). Tanti sono i rimedi chimici che una persona può attuare per cercare di eliminare il problema e tanti altri sono quelli naturali:

– comprare una casetta di legno per i pipistrelli, che naturalmente si nutrono di zanzare

– montare zanzariere sulle finestre

– utilizzare prodotti spray naturali a base di olii essenziali da vaporizzare nell’ambiente e sulla pelle

– evitare nel modo più assoluto di avere ristagni di acqua in casa oppure nel giardino

Ora veniamo alla parte più divertente: l’autoproduzione! Ogni anno da qualche tempo a questa parte, in estate mi autoproduco prodotti da utilizzare su noi e bimbi per difenderci dalle zanzare oppure per trattare il dopo puntura. Viviamo in un ambiente completamente naturale, immersi nella natura e quindi di zanzare ce ne sono tantissime.

In questo tutorial ti voglio indicare un unguento per prevenire le punture e due prodotti da utilizzare in caso di puntura. Sono prodotti con materie prime naturali vegetali, che hanno la qualità importanti, ma che vanno applicati ogni 2-3 ore, per garantire una copertura più efficace.

textgram_1468064779Materie prime occorrenti: 50 ml di olio di jojoba – 20 gocce di olio essenziale di lavandino (lavandula hybrida grosso) – 10 gocce di olio essenziale di Geranio dell’Egitto (Pelargonium asperum vari. Egypte) – 10 gocce di olio essenziale di citronella (Cymbopogon winterianus). Nota bene: gli oli essenziali devono essere puri al 100% e possibilmente biologici.

Modalità di preparazione: semplicissimo. Prendere un contenitore pulito e disinfettato (con alcool buongusto od alcool), riporre prima l’olio di jojoba e poi gli olii essenziali. Agitare qualche istante. L’olio antizanzare è pronto. Un consiglio in più? tienilo in frigorifero quando lo utilizzi in casa, ne bastano poche gocce da stendere sulle zone esposte della pelle, facendo attenzione a non metterlo in viso. E’ possibile preparare questo olio anche per i bimbi, basta dimezzare le dosi degli olii essenziali ed il gioco è fatto. Zanzare lontane, se messo ogni 2-3 ore.

Qualche specifica interessante:

– olio di jojoba: è disinfettante, antimicotico, combatte il grasso della cute, ricco di minerali, di vitamina E, B2 e B3, azione protettiva dai raggi solari e previene arrossamenti.

– olio essenziale di Lavandino Grosso: o lavanda ibrida, lenitiva, antinfiammatoria, antisettica, analgesica, battericida, decongestionante, insetto repellente e molte altre qualità per uso interno e topico

– olio essenziale di Geranio dell’Egitto: antibatterico, funghicida, emostatico, antinfiammatorio, astringente ed insetto repellente

– olio essenziale di Citronella: antisettica, insetto repellente, antivirale, deodorante,

Molte sono le qualità di questi olii essenziali anche per l’aspetto emotivo, mentale e corporeo. Se vuoi saperne di più, fissa un appuntamento presso il mio studio. Insieme faremo un viaggio all’interno della aromaterapia sottile.

NB: non utilizzare mai olii essenziali puri sulla pelle o per inalazione, senza un consulto. Inoltre testare sempre una minima parte all’interno del braccio, per escludere allergie ai componenti, che seppur naturali, possono procurare fastidi.

textgram_1468064989Nel caso in cui, nonostante le precauzioni anti puntura, siete stati punti, ti indico due preparazioni, post puntura di zanzara. Uno stick cremoso da portare in borsa (che si può mettere anche in un vasetto per l’utilizzo a casa) e di un unguento.

Stick con propoli ed olii essenziali

Materie prime occorrenti: 6 gocce di estratto idroenzimatico di propoli, 3 gr di burro di karitè, 3 gr di oleolito di calendula, 4 gr di cera di soya, 20 gocce di olio essenziale di menta dei campi (mentha arvensis), 10 gocce di olio essenziale di lavandino grosso (lavandula hybrida), 5 gocce di olio essenziale di tea tree (maleleuca alternifolia) – stick vuoto per burrocacao sterilizzato – vasetto sterilizzato

Procedimento: sciogliere burro di karitè e cera di soya a bassa temperatura evitando di bruciare le materie – una volta sciolti, aggiungere l’oleolito di calendula, le gocce di olii essenziali, le gocce di propoli e mischiare con un cucchiaino. Versare rapidamente nel contenitore dello stick da burrocacao oppure nella scatolina. Lasciare solidificare prima di utilizzare il composto.

– La propoli aggiunta a questa preparazione aiuta nella guarigione dalla puntura di zanzara, grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, antivirali, antibatteriche ed antimicotiche.

– l’oleolito di calendula (che puoi fare anche tu in casa), ha proprietà lenitive, migliora la pelle irritata, protegge la pelle sensibile ed aiuta a cicatrizzare

– il burro di karitè ha proprietà rigeneranti, antibatteriche, antinfiammatorie, cura le piccole abrasioni e nutre la pelle

Unguento alla menta

Materie prime occorrenti: 15 ml di oleolito di mentha longifolia (menta selvatica) – 5 gocce di olio essenziale di menta dei campi (mentha arvensis)

Procedimento: Preparare un oleolito di mentha longifolia di cui ti ho già parlato nel precedente post, mettendo a macerare per 7 giorni delle foglie di menta in olio vegetale di girasole, filtrare e poi utilizzare come base per questo unguento. Riporre l’oleolito in un flaconcino con pallina e versare le gocce di olio essenziale di menta dei campi. Agitare ed utilizzare nel post puntura. Come consigliato per l’olio anti zanzare, riponi in frigorifero la preparazione, nel momento dell’applicazione, darà ancora più sollievo.

Spero che questo post ti sia piaciuto. Se hai domande, perplessità o non sai dove reperire le materie prime, contattami e sarò felice di rispondere alle tue domande.

Condividi con i tuoi amici questi semplici consigli per preparazioni naturali contro le zanzare, sono sicura che ne saranno felicissimi!

PS: un ultimissimo consiglio… continua a leggere

textgram_1468068265

 

Per diffondere in casa un profumo buonissimo che tiene lontane anche le zanzare, ti basterà accendere un diffusore ad ultrasuoni con ionizzatore e cromoterapia, come il mio. Spettacolare, perché con della semplice acqua del rubinetto, unitamente a 5 gocce di olio essenziale di citronella e 3 di menta dei campi (sopra descritti) per un paio di ore, vaporizzerà la composizione, senza utilizzare il calore di un normale bruciaessenze, mantenendo quindi invariate le proprietà dei fitocomponenti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail